Comunità di pratica per leducazione continua in sanità. Contributi al dibattito.pdf

Comunità di pratica per leducazione continua in sanità. Contributi al dibattito

Patrizia Ghislandi

La maggior parte dellapprendimento avviene nei contesti sociali: la formazione è continua e travalica quanto accade in una classe o in un centro di formazione. Un modello per inquadrare meglio le dimensioni sociali dellapprendimento è quello delle comunità di pratica. Gli elementi al cuore delle comunità di pratica, antiche quanto il genere umano, ma completamente in linea con le nuove geografie della connettività e dellidentità che emergono allalba del XXI secolo, offrono i fondamenti per una disciplina sociale dellapprendimento. La sanità, daltra parte, oggi si confronta con sfide che richiedono lurgente definizione di nuovi modelli su come noi apprendiamo sia individualmente sia collettivamente. Per agevolare questo cammino il presente volume, che colloca lapprendimento nel gioco incrociato, nella relazione dinamica tra il divenire della persona e levoluzione delle pratiche sociali, ci aiuta a comprendere i processi attualmente in corso nelleducazione continua e ad agire efficacemente nellambito della sanità.

Senza sintomi ma in isolamento Il rebus dei «debolmente positivi» «Bassa carica virale». Il dibattito tra gli scienziati. Sulla procedura chiesto un parere ufficiale al ministero "le evidenze scientifiche per la Sanità Pubblica: dalle emergenze alla promozione della salute” riassume già nel titolo l’importanza del Congresso Nazionale della Società italiana di Igiene

7.81 MB Dimensione del file
9788861379534 ISBN
Gratis PREZZO
Comunità di pratica per leducazione continua in sanità. Contributi al dibattito.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.mgoffice.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

11.00-11.15 Dibattito, discussione in plenaria 11.15-11.30 Coffee break 11.30-12.30 Competenze e sensibilità per riflettere sulla conoscenza gianluca Bocchi 12.30-12.45 Dibattito 12.45-13.15 Prendersi cura delle comunità di pratiche (CdP) Vincenzo alastra 13.15-14.15 Pausa pranzo chairman: alda cosola

avatar
Mattio Mazio

La comunità di pratica per la formazione dei professionisti dell'epidemiologia applicata a livello locale: dalla teoria alla pratica (prima parte) Angela Giusti . Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute, Istituto Superiore di Sanità, Roma . SUMMARY Ottanta, il movimento delle «imprese di comunità» era ormai ben noto in tutta la Gran Bretagna, mentre appena un decennio prima era pressoché sconosciuto. C’erano poi molti servizi — nel campo della sanità, dell’edilizia sociale, della tutela dell’ambiente, della prevenzione del …

avatar
Noels Schulzzi

a cura di Valentina Mucciarelli Il costrutto di comunità di pratica (CdP) nasce alla fine degli anni '80 ed è maturato dentro un settore di ricerca nato in un ambito di confine tra studi educativi sull'apprendimento e studi organizzativi. Tale concetto è considerato in letteratura un precursore degli studi sulla conoscenza pratica e di come…

avatar
Jason Statham

Ghislandi, P. (a cura di) (2011). Comunità di pratica per l'educazione continua in sanità. Contributo al dibattito. Trento: Edizioni Erickson; Ghislandi P. (a cura di), (2007), Towards eUniversity. Contributions for innovative teaching/learning in higher education, Editrice Università degli Studi di Trento, Trento; Ghislandi, P. (2005).

avatar
Jessica Kolhmann

Anche l’ONU attribuisce rilevanza all’aspetto culturale, al punto tale che la sua Agenzia per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, l’UNESCO, ha stilato un documento corposo per gli indicatori tematici sulla “Cultura 2030”, il cui obiettivo è quello di supportare e integrare gli indicatori globali concordati all’interno dell’Agenda 2030 per misurare il contributo della Il turismo e il terzo settore: il succo di Napoli è al Rione Sanità, ai piedi di Capodimonte, che si autopromuove e fa un miracolo. Recupera il patrimonio culturale e artistico e programma iniziative sul territorio. Dà un futuro nuovo ai giovani del quartiere, ad Antonio, Susy, Gianni, Lello, Giuseppe, Adele.