Identità di genere e media.pdf

Identità di genere e media

Saveria Capecchi

I media, diffondendo svariate rappresentazioni sociali della femminilità e della mascolinità/

La ricerca - di stampo interdisciplinare - ha indagato i rapporti fra media, costruzione della identità di genere e immagine corporea in adolescenza, in un campione rappresentativo di ragazze e ragazzi iscritti alle Scuole secondarie superiori e ai corsi di formazione professionale della Provincia di Trento.

4.96 MB Dimensione del file
9788843038626 ISBN
Gratis PREZZO
Identità di genere e media.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.mgoffice.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il volume offre una panoramica delle ricerche e dei dibattiti in corso relativi al tema "genere e media" (immagini di donne e uomini nei contenuti; carriere femminili e maschili; interpretazioni e usi dei pubblici). Ne emerge un quadro complesso, che attesta la difficoltà delle donne ad occupare spazio e rilevanza nell'arena culturale mediatica. Uno di questi casi è quello di David Reimer, riportato nel libro As Nature Made Him di John Colapinto: nel libro viene mostrata la persistenza di un'identità di genere maschile e la tenace aderenza al ruolo di genere maschile, in una persona che ha perso il pene subito poco dopo la nascita, per via di una circoncisione sbagliata, nonostante

avatar
Mattio Mazio

Cosa. Il modulo ha due obiettivi: promuovere la comprensione e l’analisi del rapporto tra identità di genere e media e del ruolo dei media nel rafforzare disuguaglianze e discriminazioni basate sul genere; 2) andare oltre una critica dell’esistente, elaborando, attraverso il contributo di studiose/i e professioniste/i del settore, sguardi e altri e strumenti alternativi, che consentano ... 2) decostruire i modelli di ruolo di genere e di relazione fra generi proposti dai media, per andare oltre una critica dell’esistente, elaborando, attraverso il contributo di studiose/i e professioniste/i del settore, sguardi e altri e strumenti alternativi, che consentano alla classe di produrre narrazioni/rappresentazioni non stereotipate ed efficaci in rapporto a forme mediali diverse.

avatar
Noels Schulzzi

mente nelle modalità di fruizione dei media e nei processi di significazione. Ma è anche un rapporto delicato in quanto nei media una rappresentazione di genere non neutra, e-scludente e discriminatoria può alterare in maniera decisiva il modo di percepire e co-struire il gender e la realtà stessa.

avatar
Jason Statham

La valorizzazione del sistema di compliance adottato ai sensi del D.Lgs. 231/2001 può rappresentare, pertanto, un primo e importante scudo protettivo dell’”identità di genere” sui luoghi di lavoro attraverso l’adozione di misure prevenzionistiche e principi etico-comportamentali che, sebbene orientati in prima battuta alla prevenzione di reati, possono senz’altro costituire un ...

avatar
Jessica Kolhmann

2) decostruire i modelli di ruolo di genere e di relazione fra generi proposti dai media, per andare oltre una critica dell’esistente, elaborando, attraverso il contributo di studiose/i e professioniste/i del settore, sguardi e altri e strumenti alternativi, che consentano alla classe di produrre narrazioni/rappresentazioni non stereotipate ed efficaci in rapporto a forme mediali diverse. 08/12/2020