Quanta diseguaglianza possiamo accettare? Etica economica e sociale.pdf

Quanta diseguaglianza possiamo accettare? Etica economica e sociale

Christian Arnsperger,Philippe Van Parijs

Senza cinismo, ma anche senza ingenuità, senza fanatismo ma anche senza fatalismo gli autori di questo libro affrontano tale interrogativo in modo rigoroso e coerente. A partire dagli obbligati punti cardinali di riferimento (lutilitarismo, il liberalismo, il marxismo e legualitarismo liberale di John Rawls e Amartya Sen) il ragionamento viene applicato a due questioni emblematiche delle nostre società: la sanità può essere lasciata al libero gioco del mercato? e le frontiere devono essere aperte? Primo esercizio concreto di passaggio al principio di realtà.

C. Arnsperger, P. van Parijs, Quanta diseguaglianza possiamo accettare? Etica economica e sociale, Bologna, Il Mulino, 2003. P. Van Parijs, Y. Vanderborght, Il reddito minimo universale, Milano, Università Bocconi, 2013 Metodi didattici. Il corso prevede lezioni frontali, la lettura e il commento dei testi di riferimento e approfondimenti

7.37 MB Dimensione del file
9788815093837 ISBN
Gratis PREZZO
Quanta diseguaglianza possiamo accettare? Etica economica e sociale.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.mgoffice.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Quanta disuguaglianza possiamo accettare? Ci sono diverse teorie sull'etica, dall'utilitarismo al libertarismo oggi adottato dal liberalismo anglosassone, dall'egualitarismo al marxismo. Ieri sera mi sono imbattuto in una puntata di Anno zero sui fenomeni corruttivi che hanno portato alla dimissioni di un Ministro della Repubblica.

avatar
Mattio Mazio

Quanta diseguaglianza possiamo accettare? : etica economica e sociale. [Christian Arnsperger; Philippe van Parijs; Maurizio Ferrera] Home. WorldCat Home About WorldCat Help. Search. Search for Library Items Search for Lists Search for Contacts Search for a Library. Create ... La pandemia e le misure di contenimento stanno colpendo tutti, senza eccezioni. Eppure fattori come la casa, la disponibilità economica, il genere, l’accesso alla tecnologia, la condizione lavorativa, cambiano il modo in cui le persone stanno vivendo il dramma sanitario.

avatar
Noels Schulzzi

C. Arnsperger, P. van Parijs, Quanta diseguaglianza possiamo accettare? Etica economica e sociale, Bologna, Il Mulino, 2003. P. Van Parijs, Y. Vanderborght, Il reddito minimo universale, Milano, Università Bocconi, 2013 Metodi didattici. Il corso prevede lezioni frontali, la lettura e il commento dei testi di riferimento e approfondimenti Christian Arnsperger e Philippe Van Parijs (eds), Ethique èconomique et sociale, Paris: La Decouverte, 2003; edizione italiana a cura di Daniela Piana, Quanta diseguaglianza possiamo accettare?: etica economica e sociale; introduzione di Maurizio Ferrera, Bologna: Il mulino, °2003, ISBN 88-15-09383-4

avatar
Jason Statham

quell'insistente appello all'etica, come se tutto fosse etica, che è andato sostituendo ... disuguaglianza tra i gruppi sociali sono dannose (per ovvie ragioni ) per il fine ... “rassegnarsi” ad accettare lo scambio di equivalenti,...

avatar
Jessica Kolhmann

Le disuguaglianze estreme nel capitalismo contemporaneo”, Il Mulino, 2014. I suoi interessi di ricerca attualmente sono rivolti allo studio delle disuguaglianze, al rapporto tra ambiente e mercati, all’analisi economica delle istituzioni, al rapporto tra politiche sociali e crescita economica. L’82% dell’incremento di ricchezza globale registrato l’anno scorso è finito nelle casseforti dell’1% più ricca della popolazione, mentre la metà più povera del mondo (3,7 miliardi di persone) ha avuto lo 0%.. In Italia a metà 2017, il 20% più ricco degli italiani deteneva oltre il 66% della ricchezza nazionale netta.. Nel periodo 2006-2016, il reddito nazionale disponibile lordo ...