«Ti scrivo dal tavolino di Dumas». Lettere edite e inedite di Giovanni Prati.pdf

«Ti scrivo dal tavolino di Dumas». Lettere edite e inedite di Giovanni Prati

Richiesta inoltrata al Negozio

La comparsa di unedizione organica dellepistolario di Giovanni Prati (1814-1884) giunge finalmente a colmare, nella conoscenza delle zone più segrete, ma pure più esposte, dellanimo del poeta trentino, una lacuna che pubblicazioni frammentarie (e spesso lontane nel tempo) di esigui gruppi di lettere non erano finora riuscite a cancellare. Gli affetti familiari, le grandi vicende di amori e di dolori, che tessono la vita degli uomini, le delusioni per lostilità tenace di una critica sorda e di una bottega di nemici, le consolatorie amicizie di molti spiriti alti, lamore per il bello e il vero, la passione politica, legata indissolubilmente alle fortune di Casa Savoia, i dibattiti letterari, le frequenti ansie in cui unesistenza si chiude, rimbalzano nelle confessioni di un uomo pronto allo sdegno così come al sorriso. Dai ritmi di tenore classico-romantico delle liriche desordio e dal racconto realistico e sociale dellEdmenegarda, fino alla musica delle ultime poesie, la curatrice, con raffinata sensibilità critica e vigile sguardo storicizzante, traccia litinerario di uno scrittore che, sempre sorretto dal piacere di investigare le cose non definite, di fronte allassedio delle difficoltà giornaliere, ha saputo fare del proprio universo interiore il privilegiato angolo dosservazione di quel gran fantasima che è il mondo. (Giuseppe Amoroso)

«Ti scrivo dal tavolino di Dumas». Lettere edite e inedite di Giovanni Prati libro Caruso M. G. (cur.) edizioni Marsilio collana I giorni , 2013 «Ti scrivo dal tavolino di Dumas». Lettere edite e inedite di Giovanni Prati e quindi è muto San Giovanni in Persiceto Bologna;

3.39 MB Dimensione del file
9788831715355 ISBN
Gratis PREZZO
«Ti scrivo dal tavolino di Dumas». Lettere edite e inedite di Giovanni Prati.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.mgoffice.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

"La comparsa di un'edizione organica dell'epistolario di Giovanni Prati (1814-1884) giunge finalmente a colmare, nella conoscenza delle zone più segrete, ma pure più esposte, dell'animo del poeta trentino, una lacuna che pubblicazioni frammentarie (e spesso lontane nel tempo) di esigui gruppi di lettere non erano finora riuscite a cancellare.

avatar
Mattio Mazio

da Giovanni Pascoli, Prefazione in Enrico Panzacchi, ... Dumas e Sue, i due scrittori più popolari dell'epoca», da Franco Moretti, Atlante del ... Ad esempio la rivista "Lettere e Arti" di Panzacchi aveva ... Ti mando un bac...

avatar
Noels Schulzzi

Laghetti. Giovanni Prati fa ancora discutere a un secolo e mezzo dalla morte, avvenuta nel 1884? È quanto è avvenuto in Alto Adige, nel centro di Laghetti che da sempre aveva una piazza intitolata al maggiore poeta trentino, Giovanni Prati (1814-1884).

avatar
Jason Statham

Scrivi la prima recensione per “Ti scrivo dal tavolino di Dumas. Lettere edite e indite di Giovanni Prati - 2012” Annulla risposta Caruso M G Libri. Acquista Libri dell'autore: Caruso M G su Libreria Universitaria, oltre 8 milioni di libri a catalogo. Scopri Sconti e Spedizione con Corriere Gratuita!

avatar
Jessica Kolhmann

PRATI, Giovanni. – Nacque il 27 gennaio 1814 a Campomaggiore, vicino a Trento, da Carlo, funzionario del fisco («cancellista provinciale»), e da Francesca de Manfroni, figlia di un medico. La nonna paterna, Giustina, discendeva da Girolamo Savonarola. Ebbe una sorella, Massimiliana. Prati studiò al collegio di Trento, distinguendosi nella composizione di versi in latino. si apud bibliothecam hortulum habes, nihil deerit Cicerone; Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quello che deve dire. Italo Calvino