Come olio che scende. Quando essere sacerdote profuma di bellezza.pdf

Come olio che scende. Quando essere sacerdote profuma di bellezza

Onofrio Farinola

Il sacerdote è un torchio vivente, da cui dovrebbe sempre grondare lolio di bellezza della consacrazione e del suo servizio in favore del popolo. Lassunto dellAutore è questo, sviluppato nelle riflessioni proposte attingendo alla Scrittura, al Magistero del Concilio Vaticano II e alle parole di testimoni quali san Francesco dAssisi, il Servo di Dio don Tonino Bello e Papa Francesco. Le meditazioni, predicate come esercizi spirituali al clero dellArcidiocesi di Agrigento, risultano particolarmente giuste per il periodo quaresimale, quando il sacerdote viene chiamato a rinnovare, durante la celebrazione della benedizione degli Oli Santi, la sua consacrazione, e nella Messa della lavanda dei piedi, la sua originaria vocazione.

Papa Francesco sottolinea ancora come la vera bellezza sia quella di Gesù, che incarna la bellezza delle vesti sacerdotali di Aronne: «Questo momento di Gesù, in mezzo alla gente che lo circondava da tutti i lati, incarna tutta la bellezza di Aronne rivestito sacerdotalmente e con l’olio che scende sulle sue vesti». Un’immagine molto bella di questo “essere per” del santo crisma è quella del Salmo 133: «È come olio prezioso versato sul capo, che scende sulla barba, la barba di Aronne, che scende sull

6.84 MB Dimensione del file
9788876023064 ISBN
Gratis PREZZO
Come olio che scende. Quando essere sacerdote profuma di bellezza.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.mgoffice.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

La Menorà, accesa con olio puro e consacrato, era il simbolo palese del perpetuarsi del modo di vita ebraico ed i greci erano decisi a cambiare tutto questo. Una volta liberato il Tempio, gli Asmonei insistettero nella ricerca di olio puro, che recasse intatto il sigillo del Sommo Sacerdote e furono premiati quando trovarono un'ampolla ancora incontaminata. La soluzione è realizzare un olio solido profumato in grado di garantire la bellezza della pelle con un profumo naturale scelto sulla base dei nostri gusti. Vediamo una ricetta fai da te per realizzare un olio solido profumato per il corpo a base di burro di karitè, olio di jojoba, olio di macadamia, cera d’api, oli essenziali o aromi naturali.

avatar
Mattio Mazio

bero abbattuto, bensì dal carico di olive che, quasi come per mira- colo, abbellisce la ... dire, cosmico, perché «anche quando viene celebrata sul piccolo altare di una chiesa ... ma il buon profumo di Cristo e lo invita ad essere gioios...

avatar
Noels Schulzzi

Dalla bellezza di quanto è liturgico, ... quando scende come l'olio di Aronne fino ai bordi della realtà, quando illumina le situazioni limite, ... il desiderio della nostra gente di essere unta con l'olio profumato, perché sa che noi lo abbiamo. Intuire e sentire, ...

avatar
Jason Statham

L’immagine dell’olio che si sparge, che scende dalla barba di Aronne fino all’orlo delle sue vesti sacre, è immagine dell’unzione sacerdotale che per mezzo dell’Unto giunge fino ai confini... L’olio era segno della consacrazione del sacerdote (Aronne), ma anche del re, del profeta, ed è il gesto che accoglie l’ospite, che viene onorato ungendo d’olio profumato il suo corpo affaticato dal viaggio. Un olio che sovrabbonda, che cola dal capo fino a coprire il volto, la barba e poi scende giù per la veste.

avatar
Jessica Kolhmann

L’immagine dell’olio che si sparge, che scende dalla barba di Aronne fino all’orlo delle sue vesti sacre, è immagine dell’unzione sacerdotale che per mezzo dell’Unto giunge fino ai confini dell’universo rappresentato nelle vesti.